Roma, ‘Darshan’ Spettacolo di Teatro Danza Bharatanatyam

1959925_10203155526384442_2548663767405575880_n

 

Con il termine Sanskrito ‘Darshan’ si fa riferimento ad un aspetto fondamentale del pensiero devozionale e filosofico dell’induismo, in parte riconducibile al concetto di teofania – dove cioè il divino si manifesta – arricchito e completato dalla duplice esperienza del ‘vedere’ e del ‘essere visto’ da parte della divinità.

Il percorso stesso all’interno del tempio si sviluppa in maniera tale che si giunga per gradi al cospetto della divinità in modo da poter assaporare pienamente il momento in cui, nella penombra immobile e sospesa del sancta sanctorum, il sacello più interno e sacro, ci si trova dinnanzi alla murti, l’immagine del dio.

 Attraverso lo sguardo del devoto, del mistico, del poeta si instaura quindi uno scambio intimo e profondo tra colui che guarda e ciò che si contempla, il ‘vedere’ diviene atto di reverenza, di devozione, di amore incondizionato che innalza la coscienza ad un livello superiore di immensa gioia e consapevolezza.

 Si è scelto il termine ‘Darshan’ proprio perché ‘il vedere’, ovvero la visione sacra che eleva e sublima la coscienza del singolo, è l’esperienza da cui scaturisce la necessità di condividere e rendere partecipe l’altro del manifestarsi del divino.

Darshan è ciò che spinge il poeta a comporre versi, l’artista a sublimare la realtá, il danzatore a danzare.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s